I ditiocarbammati sono derivati dell’acido ditiocarbammico e appartengono alla categoria degli azoto-solforganici.

Sono anticrittogamici multi-sito che agiscono per contatto fogliare, con possibilità di penetrazione negli strati superficiali. Si suddividono in due gruppi:

  • Alchilen bis (ditiocarbammati): Mancozeb, Metiram, Propineb
  • Alchil ditiocarbammati: Metam-potassium, Metam-sodium, Thiram, Ziram

L’Unione Europea ha previsto all’interno del Regolamento (CE) n. 396/2005 e suoi successivi aggiornamenti, i livelli massimi per il residuo “Ditiocarbammati (ditiocarbammati espressi in CS2, comprendenti Maneb, Mancozeb, Metiram, Propineb, Thiram e Ziram)”.

Cadir Lab provvede alla determinazione dei Fungicidi Ditiocarbammati (residui di ditiocarbammati e bisolfuri di thiuram) mediante il metodo ufficiale UNI EN 12396-2:1999 che l’utilizzo di un sistema di gascromatografia accoppiato con uno spettrometro di massa equipaggiato con autocampionatore in spazio di testa (HS-GC-MS/MS).